Cara Dott.ssa Patrizia Marzola ho avuto la fortuna di imbattermi nel suo blog casualmente digitando in Google “vincere l’ansia”. Io scrivo perché voglio vincere ansia verso le donne. .

Si infatti, l’ansia è il motivo per cui scrivo questa mail, […] ansia (come sempre nella mia vita ) è provocata da un donna. Vincere ansia verso le donne, è questo il mio problema. Non ho mai sofferto di ansia per altre ragioni (esami universitari, lavoro, famiglia, problemi finanziari, ecc.) solo le donne, o meglio alcune donne, riescono a colpirmi così tanto da farmi riemergere quella sensazione tremenda di stomaco in subbuglio, di battito cardiaco impazzito, di mancanza di sonno e perenne stato di eccitazione che mi blocca e fa rimanere con gli occhi aperti per ore… Una volta, quando questo mi capitava, mi buttavo sul Lexotan e qualche beneficio ottenevo. […]

[…]Oggi a 33 anni, libero, in salute e con una vita piena e ricca, non voglio tornare ad essere schiavo di questo o quel farmaco e quindi cerco di andare a fondo del problema e risolverlo in modo razionale (per quanto possibile per un sognatore del segno dei pesci come me….). […]

[…]La vita è così incredibilmente fantastica ma anche tanto complicata. Non chiedo di essere felice ma solo di poter essere meno emotivo in queste situazioni e di non annientarmi in questo modo. La ringrazio e le faccio i complimenti per il blog. Vede io lavoro nel mondo del 2.0 (Social Media, Blogosfera, Forum, ecc) e credo che i “contenuti” che lei mette in rete siano di sostegno e aiuto per chiunque.

Questa è la mission del web 2.0, aiutare le persone a parlare e scambiare idee, suggerimenti, esperienze. Così anche i più soli (non è il mio caso fortunatamente) potranno sempre trovare appoggio o un sostegno dagli altri. […]