Benefici degli incontri di gruppo

Nessuno è inutile in questo mondo se è capace di alleggerire i pesi di un altro uomo. Charles Dickens

Cosa ti possono dare gli incontri di gruppo

I gruppi sono organizzati da me (Patrizia Marzola) e si svolgono nel mio studio di Fidenza.
Nel gruppo è possibile trovare aiuto, conforto e confronto.
In un clima libero da pregiudizi, calmo e sereno dove riprendere fiato.
Non sentirsi fuori posto con sé stessi, liberarsi dei propri sensi di colpa. Ricominciare a sentirsi a posto con sé stessi e con gli altri. Ritrovare quell’equilibrio che sembrava essere perduto.

Un aiuto anche per i problemi di coppia. Diventa anche uno spazio importante nel quale coinvolgere e far partecipare i partner al fine da permettere loro una piena comprensione e consapevolezza sul cosa fare insieme e come superare insieme questa fase.

Vivere l’esperienza degli incontri di gruppo a Fidenza

Partecipare agli incontri di gruppo da me organizzati, non significa fare terapia. L’incontro di gruppo permette di smuovere i blocchi, di cambiare prospettiva, di mettere in discussione convinzioni e punti di vista che sono la causa dei problemi.

Gli incontri di gruppo sono anche un momento importante di socializzazione. Conoscere persone nuove, che vivono la tua stessa esperienza. Poter essere di aiuto e anche, e nello stesso tempo, ricevere aiuto.

La potenza del gruppo negli incontri di gruppo!

Gli incontri di gruppo, in particolare nei piccoli gruppi avvengono numerosi eventi che promuovono la coesione di gruppo e che sono particolarmente utili per i partecipanti (Corsini e Rosenberg, 1955; Yalom, 1970; 1995; Crouch et al.1994).

Questi eventi sono dei fattori terapeutici che promuovono l’aiuto e il cambiamento nei partecipanti.
Questi fattori sono 4:

  1. Fattori di sostegno che promuovono il senso di coinvolgimento e di appartenenza al gruppo e aiutano i partecipanti a recuperare il senso di padronanza, cioè quella sensazione di sentirsi persi nei propri problemi e il sentirsi incapace di affrontarli, come un senso di sopraffazione che toglie forze, energia e speranza nella possibilità di affrontare i problemi e risolverli.Quindi, i fattori di sostegno negli incontri di gruppo sono efficaci in particolare, nell’affrontare la demoralizzazione e la bassa autostima.
    1. Condivisione: ti accorgi che anche gli altri hanno avuto esperienze simili alla tua, e che provano emozioni uguali alle tue. Questa sensazione di avere in comune con gli altri e, iniziare ad abbattere così i sentimenti negativi che provi verso te stesso. Pertanto, il processo di condivisone è un meraviglioso antidoto alla sensazione di isolamento dagli altri
    2. Accettazione: all’interno del gruppo degli incontri di gruppo, vivi la preziosa sensazione di sentirti accettato dagli altri. Qui non sei un alieno, sei pienamente accettato per ciò che sei e che senti. L’accettazione di gruppo è una forte spinta all’autostima.
    3. Altruismo: avrai le prove che anche tu stai aiutando gli altri, durante gli incontri di gruppo e questo, ti aiuta a riconsiderare la tua autoefficacia, il gruppo ti farà sentire forte e capace, non più inetto come tu pensavi di essere. E anche questo fattore alimenta e nutre la tua autostima, il pilastro per il
    4. Speranza: ritroverai la tua luce in fondo al tunnel. Il recupero della tua autostima che deriva dal sentirsi accettati e sostenuti dal gruppo riaccende la speranza di miglioramento. Perché, mentre osservi i processi di cambiamento degli altri o parlare in modo costruttivo della loro situazione, sviluppa anche la speranza del tuo miglioramento personale.

Quindi, i fattori di sostegno degli incontri di gruppo, emergono spontaneamente all’inizio dell’interazione di gruppo. La condivisione promuove un senso di legame e di accoglienza, ed essere aiutati invoglia ad aiutare. Questi fattori fanno sperare che il cambiamento può avvenire realmente. E tutto questo grazie agli incontri di gruppo.

  1. I fattori di autorivelazione (apertura del sé, catarsi) ovvero aprire sé stessi agli altri e riportare le intense emozioni. In un contesto di gruppo (durante gli incontri di gruppo), fornisce per te un’opportunità unica, cioè, potrai capire come gli altri ti vedono e sperimenti la loro comprensione verso quelle emozioni e convinzioni che tu dai a te stesso, per le quali ti vergogni o provi senso di colpa.
    1. Apertura del sé: implica il riconoscere che le informazioni che dai di te agli altri, sono associate a problemi che devono essere presi in considerazione, e arricchisce la coesione di gruppo.
    2. Catarsi: dal greco “kathairein”, purificare. Significa, l’espressione di emozioni profondamente sentite, di quei sentimenti che di solito non vengono rivelati. Ad esempio, la rabbia, il dispiacere, la colpa, ma anche sentimenti positivi come l’affetto. Questo processo di “apertura” è come se ti facesse finalmente respirare a pieni poloni liberamente l’aria, perché non devi più mentire a te stesso né agli altri. e promuove in te stesso un maggior senso di padronanza, portando in genere anche a legami interazionali più forti tra i partecipanti al gruppo. Infatti, non è raro che i partecipanti ai miei gruppi, una volta finito il lavoro di gruppo, iniziano a frequentarsi, creando così profondi e intensi legami di amicizia.
  2. I fattori di apprendimento: rappresentano le varie modalità di apprendimento nel gruppo.
    1. Modeling: imitare il comportamento degli altri è una fondamentale strategia di apprendimento. Il contesto degli incontri di gruppo ti dà la possibilità d’ imparare e adottare quei comportamenti che si rivelano utili per te stesso.
    2. Apprendimento indiretto: il processo di apprendimento indiretto è correlato al modeling perché i partecipanti osservano quello che fanno gli altri e utilizzano questa esperienza per riflettere positivamente sui propri problemi. Durante gli incontri di gruppo, potrai osservare che determinate strategie funzionano anche per il tuo specifico problema. Vedi, l’apprendimento indiretto deriva in parte la sua efficacia, da un processo di identificazione con un altro partecipante, aspetto strettamente connesso con la condivisione, e questo lo puoi sperimentare solo durate gli incontri di gruppo.
    3. Consigli: intesi come suggerimenti, spunti di riflessione. Nel corso delle diverse sedute degli incontri di gruppo, i partecipanti offrono consigli e indicazioni che permettono lo sviluppo di un punto di vista alternativo sulla tua personale situazione. Come ti dicevo sono solo suggerimenti, possibili alternative da prendere in considerazione, non certo come direttive perentorie da seguire assolutamente. Partecipando al gruppo e quando vivrai queste dinamiche, potrai toccare con mano che, questi suggerimenti, spesso, rispecchiano questioni importanti per la persona che li esprime e, possono riflettere le sue stesse difficoltà. Dare consigli in una riflessione di gruppo può quindi aiutare sia colui che li propone che il destinatario, e incoraggiare il riconoscimento di un’esperienza di condivisone.
    4. Istruzione: alcuni formati di incontri di gruppo, si basano in maniera specifica su principi educativi, questo vale per gruppi che si focalizzano su problemi specifici: depressione, ansia, training di assertività, solo per citarne alcuni.
  3. I fattori di lavoro psicologico degli incontri di gruppo:
    1. Apprendimento interpersonale: Durante gli incontri di gruppo, nel gruppo c’è un’interazione, nel quale si condividono emozioni, esperienze e sensazioni. Il gruppo permette di cambiarne la loro percezione. La rende razionale e non più irrazionale come eri abituato a vederla prima, non è distorta dal tu unico modo di vedere te stesso. Cioè, corregge il tuo modo di vedere e pensare a te stesso.
    2. Insight: è la componente interiore del tuo apprendimento. Consiste principalmente nel fare dei collegamenti fra: da una parte, sentimenti, pensieri e comportamenti e, dall’altra, eventi interpersonali recenti o passati. Sperimentare sé stessi in una modalità diversa, identificare i processi irrealistici di pensiero negativo ricorrenti o, comprendere quali sono i modelli interazionali che causano i problemi, porta al cambiamento. Come lo vedi questo tuo insight? Lo sperimenti in pratica nella tua quotidianità attraverso nuovi comportamenti, un nuovo sentimento di autostima e valore personale.

Incontri di gruppo: Dal singolo al gruppo

Perché avvenga il passaggio dal semplice gruppo a un vero e proprio sistema aiuto che attiva il cambiamento nei partecipanti, dipende da una serie di variabili che vengono stimolate e attivate dal facilitatore. Cioè da me. (Qui puoi conoscere chi sono e la mia storia personale). Variabili che attivo ad ogni incontro di gruppo.

  • Facilitare l’apprendimento
  • Far emergere la personalità di ciascun partecipante
  • Potenziare le risorse personali di ciascuno

Questo grado di coinvolgimento generale avrà una funzione di catalizzatore: ognuno dà e prende dagli altri.
È questa, la forza e l’aiuto degli incontri di gruppo.

Il ruolo del facilitatore all’interno degli incontri di gruppo

Al facilitatore spetta il compito di aiutare il gruppo a tradurre la visione astratta del mutuo aiuto in una prassi concreta e condivisa (Berman -Rossi, 1993; Shulman, 1992; et. al).

Quindi, il facilitatore negli incontri di gruppo aiuta a:

  • Fissare obiettivi
  • Trasmettere azioni e strategie
  • Valorizzare le potenzialità positive che sono in ogni persona all’interno del gruppo di mutuo aiuto

Incoraggiare, quindi, ogni persona a rendersi autonomo e di ridargli la capacità di riprendere in mano la sua vita.

Cosa gli incontri di gruppo  possono dare a te

  • Più forza e coraggio per iniziare il cambiamento
  • Vitalità ed energia per mantenere il tuo impegno con te stesso
  • Speranza di andare avanti, per vivere e non solo per sopravvivere

Contattami per avere informazioni sugli incontri di gruppo che organizzo a Fidenza 

Puoi scrivermi, chiamarmi, utilizzare il servizio di live chat. Possiamo parlarne insieme, così mi puoi conoscere. E, una volta creato il gruppo omogeneo di persone con le stesse esigenze e obiettivi da raggiungere, se vorrai, potrai partecipare.

Bibliografia per approfondire il tema degli incontri di gruppo di mutuo aiuto

Ho pensato che questa piccola bibliografia possa esserti utile, se vuoi approfondire l’utilità e lo scopo degli incontri di gruppo.

L’auto/mutuo aiuto di Dominique M.Steinberg Edizione Erickson

Berman-Rossi T. (1992), Empowering groups trough understanding stages of group development, “Social Work Groups”, vol. 15, n. 2-3, pp. 239-255;

Berman-Rossi T. (1993), Thetasks and skills of the social worker across stages of groups development, “Social Work Groups”, vol 16, n. 1-2, pp 69-82

Shulman, 1992, The skills of helping individuals groups, Itasca, Peacock

Vieni a vedere tutti i corsi

Gruppo mutuo aiuto per affrontare il lutto

“Accade facilmente, a chi ha perso tutto, di perdere se stesso.” Primo Levi Questo fiore il Dente di Leone nel linguaggio dei fiori, comunica senso di fiducia nella vita e di speranza per il rinnovamento, è un fiore forte, capace di sopravvivere…

Incontri per vincere ansia e attacchi di panico

L’inferno era vuoto, e tutti i diavoli erano lì. William Shakespeare Incontri per vincere ansia e attacchi di panico: la forza del gruppo Il gruppo per i disturbi d’ansia e gli attacchi di panico è pensato per adulti di età maggiore di 18 anni…

Corso di Autostima e Motivazione

Corso di autostima e motivazione pronti a cambiare vita, ritrova la Tua direzione“Corso di Autostima e Motivazione” se sei arrivato su questa pagina  è perché vuoi cambiare qualcosa di te o della tua vita. Forse senti che sei vicino, ma…

Corso di Rilassamento Muscolare

Perché un corso di Rilassamento Muscolare Progressivo? E’ una tecnica molto semplice da imparare che ti permette di rilassarti dove e quando vuoi. In cosa può aiutarti? Il corso di rilassamento muscolare progressivo può aiutarti a gestire…

Corso di Comunicazione Efficace

Corso di comunicazione efficace per diventare un abile comunicatore. Per dare di te, l’esatta impressione che vuoi dare agli altri Comunicare per te è un problema? Molti si approfittano di te? Della tua disponibilità e del tuo impegno? Vuoi…

Scarica le guide gratuite

Relazioni Interpersonali – La Guida

Quanto sarebbe bello sapere cosa sta pensando realmente l’altro? Alla base del business: La capacità di creare sane relazioni professionali Se ti parlo di manipolazione e contro manipolazione? Ti sei mai sentito manipolato dai tuoi potenziali…

La Potenza dell’Autostima

Qual è la soluzione per una bassa autostima? Se sei qui è perché hai bisogno di trovare il modo per ricaricarti. Forse ti senti stanco e privo di energia. Ti senti impotente di fronte alle tue difficoltà? Vorresti cambiare le cose…

Il Linguaggio della Seduzione

Come Sedurre e Combattere la Solitudine Prima dei 40 anni La seduzione è un gioco e il linguaggio del corpo può essere usato per creare segnali di attrazione…già, ma come? Spesso la paura del giudizio degli altri ci blocca proprio quando…