I segreti della comunicazione non verbale

Svelare chi mente
Capire le intenzioni degli altri
Non mostrare le proprie emozioni
Non essere fraintesi

Il nostro corpo è un gran chiacchierone!

Eh si, i segreti della comunicazione non verbale, chi non vorrebbe conoscerli e usarli a suo vantaggio?
Perché tutti i segnali che forniamo attraverso il nostro corpo, danno ulteriori informazioni su ciò che stiamo dicendo e su come siamo. Quindi possono svelare cose di noi, che non vorremmo svelare!

Quali sono i segnali della Comunicazione Non verbale

  1. Aspetto esteriore: Conformazione fisica, Abbigliamento

  2. Comportamento spaziale: Distanza interpersonale; Contatto corporeo; Orientazione; Postura

  3. Comportamento cinesico: Movimenti di busto e gambe; Gesti delle mani; Movimenti del capo

  4. Volto: Espressioni facciali; Sguardo; Contatto visivo

  5. Segnali Paraverbali: Voce ( Tono,  Volume,  Velocità); Silenzio

Se noi non prestiamo attenzione alla nostra comunicazione non verbale, essa può rappresentare per noi un problema, perché può svelare qualcosa che vogliamo nascondere. O può dare un’impressione, agli altri, che non è vera!

Ma …. I segreti della comunicazione non verbale per il nostro vantaggio

Il bello è che la possiamo usare in modo consapevole (senza che gli altri se ne accorgano) per nascondere, in modo volontario, qualcosa!

Possiamo imparare ad interpretare questi segnali della comunicazione non verbale, per capire le intenzioni degli altri.

Non dimentichiamo mai che la comunicazione non verbale viaggia insieme alla comunicazione non verbale, ed è IMMEDIATA e DIRETTA.

E soni proprio i segnali della comunicazione non verbale che ci fanno percepire un’estraneo come simpatico o antipatico a “pelle!”

Perché lo psicologo sa interpretare i segreti della comunicazione non verbale?

Da sempre la figura dello psicologo mette soggezione.

Le persone che incontro mi dicono:  “Sei psicologa? Allora devo stare attento a come parlo”
Io rispondo : “Di cosa hai paura?”
“Che tu mi legga nel pensiero e capisca le mie intenzioni”.
La verità è che non ci sono trucchi: lo psicologo sa esattamente cosa osservare.

NIENTE TRUCCHI ….

  • Ho allenato la mia abilità ad osservare ogni minimo dettaglio
  • Ho imparato ad ascoltare con molta attenzione
  • Presto molta attenzione al contesto in cui avviene l’interazione
  • Cerco sempre di mettermi nei panni dell’altro: “Se io fossi in lui, cosa proverei in questo momento?”
  • Trovo la coerenza tra le parole e i movimenti del corpo, perché l’incongruenza balza subito all’occhio.
  • Non chiudo mai il pensiero in pre-giudizi o pre-concetti.
  • Aspetto il momento giusto per parlare. Senza rimandare l’azione.
  • Uso a mio vantaggio un aspetto della comunicazione che  viene trascurato: il silenzio.
  • E quando razionalmente non riesco a trovare una logica, mi lascio guidare dal mio intuito.

ATTENZIONE !
MAI GENERALIZZARE L’INTERPRETAZIONE DI UN SIGNIFICATO
OGNI GESTO, MOVIMENTO, ESPRESSIONE ASSUME UN SIGNIFICATO CHE E’ PECULIARE SOLO DI QUELLA PRECISA SITUAZIONE

  • Ci sono più segnali per 1 solo significato
  • Ci può essere 1 segnale per più significati
  • E non sempre a quel gesto corrisponde un significato univoco
  • Il comportamento del corpo è mediato anche dalle  peculiari caratteristiche di personalità
  • Ogni individuo ha un modo tutto suo
  • di interpretare e reagire alle diverse situazioni.
  • A situazioni uguali corrispondono reazioni diverse.
  • Tante variabili in gioco:
  • Il contesto
  • L’umore
  • La personalità
  • Le intenzioni
  • A dispetto della nostra volontà, il nostro corpo è un gran chiacchierone

I segreti della comunicazione non verbale: come interpretarli 

Parliamo continuamente con gli occhi, con le espressioni del viso, con le labbra, con braccia e mani, come ci muoviamo nello spazio, a quale distanza ci poniamo con i nostri interlocutori, se di fronte o di fianco. Se stiamo dritti o piegati.
È osservando questi particolari che possiamo svelare i nostri stati d’animo e le nostre intenzioni.
E capire quelle degli altri.

A volte è proprio l’emozione che ci tradisce.

Il controllo delle emozioni risiede nella capacità di modulare la nostra comunicazione non verbale. Per dare di noi l’esatta impressione che vogliamo dare a quel contesto specifico.

SI POSSONO CAPIRE LE INTENZIONI DEGLI ALTRI DAL COMPORTAMENTO NON VERBALE
POSSIAMO MASCHERARE LE NOSTRE INTENZIONI
MODULANDO, IN MODO CONSAPEVOLE, LA NOSTRA COMUNICAZIONE NON VERBALE

Vuoi scoprire come?

Il corso di comunicazione efficace può aiutarti ad affinare la tua comunicazione non verbale. Vieni a scoprire come.