Come comportarsi con le persone aggressive e arroganti

E se lo è il tuo socio?

“Cambio lavoro a 40 anni e decido di prendere un socio. Questa decisione maturata perché ero stanco di vivere pressioni e responsabilità sul lavoro tutto da solo. Così mi dico, ma si perché no, Gino è così in gamba. È un ciclone di energia. Si, è vero ha contratto moti debiti, me ne accollo la metà con questa società, ma ne vale la pena. Avrò più tempo libero per me e per la mia famiglia. Cambiare lavoro a 40 anni significa fare un salto più consapevole. Ho l’esperienza dalla mia parte.
Così apriamo la nostra società. Assumiamo tre dipendenti. Costruiamo il nostro team in azienda.

Per i primi mesi, tutto sembra andare a bene, ma poi nascono i primi problemi sul lavoro. Il mio socio si dimostra una persona difficile. Non so più come comportarmi, perché il mio socio è una persona aggressiva e prepotente. Aspetto di lui che, ovviamente, non aveva manifestato. Mi ha manipolato. È riuscito a compiere su di me una manipolazione emotiva.

Solo che ora, mi sento in trappola. Inizio a mettere in discussione la mia scelta: ho fatto bene a cambiare lavoro a 40 anni? A mettermi in società?”

Come comportarsi per non farsi manipolare da persone aggressive e arroganti

Per sapere come comportarsi con le persone aggressive e arroganti e non farsi manipolare dobbiamo cambiare prospettiva: non concentriamoci su ciò che la persona ci sta dicendo, ma sforziamoci di capire perché ci sta parlando così, e cosa lo spinge a comportarsi in modo aggressivo, manipolativo, falso.

Non è facile fidarsi delle persone, ma perdere fiducia in una persona non significa non potersi fidare più di nessuno.

Il punto di partenza è capire gli atteggiamenti delle persone. Se aumentiamo le nostre competenze sociali possiamo smettere di mettere in discussioni le nostre scelte. Come il signore del racconto che dice: “Cambio lavoro a 40 anni, ma ho fatto bene?”

Parliamo di assertività, di comportamento assertivo. Cosa significa?

L’assertività è l’attitudine, in qualsiasi situazione, a definire chiaramente la nostra posizione, a renderla nota, a difenderla senza aggressività, ammettendo posizioni differenti da parte altrui. Si manifesta attraverso una predisposizione ad ascoltare, alternata ad una esposizione chiara del proprio punto di vista.

L’assertività è l’atteggiamento giusto che permette di capire come comportarsi con le persone aggressive e arroganti.

Io la definisco come la libertà di scegliere quale comportamento mettere in atto di fronte alle diverse situazioni. Il nostro comportamento è diretto dai nostri obiettivi, pertanto se non perdiamo di vista sapremo identificare quale comportamento comunicativo mettere in atto in quel preciso momento con quella determinata persona.

Ti invito a leggere questo articolo Comunicazione Assertiva per migliorare i rapporti con gli altri qui trovi degli esempi pratici, che ti aiuteranno a mettere in pratica l’assertività e anche, a capire gli atteggiamenti delle persone. E come rispondere e difendersi.

Ti riporto un piccolo estratto: Gli atteggiamenti delle persone posso essere:

“Il tipo Aggressivo”: Cerca gli altri per dominarli. Violento verbalmente e Fisicamente;
“Il tipo Diffidente”: Personalità chiusa. Mantiene il distacco;
“Il tipo Passivo”: Sottomesso, sta in disparte, imbarazzato, subisce, evita il confronto;
“Il tipo Espressivo Assertivo”: Personalità simpatica. Aperto, cerca l’amicizia

Come comportarsi con persone arroganti

Il socio Gino (nome inventato), descritto nel racconto è una persona arrogante perché attacca
gli altri senza mai assumersi le sue responsabilità. Attacca gli altri, li deprezza, li disprezza. Le sue frasi preferite sono: 

“È uno stupido. Non vale nulla. Non capisce niente”. Ha parole negative per tutti, per qualunque situazione. È una persona molto piena di sé, presuontuosa. Ed è orgogliosa di esserla. Vaneggia sulle sue brillanti qualità. Si gongola in appezzamenti che fa aa voce alta, ma dei quali è convinto solo lui. È incapace di empatia, non sa ascoltare glia altri, perché ascolta solo sé stesso, il suono della sua voce, che ama a dismisura.

Abbiamo due possibilità, che dipendono dal nostro obiettivo e dal contesto, che ci permettono di mettere in atto due tipi di comportamenti comunicativi:

Se siamo costretti a mantenere comunque un certo rapporto

Scegliere di mettere in atto un comportamento evitante. Siccome siamo ben consapevoli che questa persona non cambia (perché per cambiare si deve volerlo. Cosa ti aiuta a cambiare?), possiamo semplicemente annuire, senza ascoltarlo, e poi fare di testa nostra. Tanto lui non si accorge, avrà la presunzione di pensare che sarà fatto come vuole lui. Invece siamo noi che lo stiamo manipolando e lui nemmeno se ne accorge!

Se invece, è nostro obiettivo farlo scendere dal suo piedistallo Come il caso del socio di Gino, il quale ha bisogno di prendere in mano la situazione, e di cambiare il potere della relazione tra loro.  Ti scrivo un esempio di scambio comunicativo:

  • Prendi consapevole ti te stesso. Autostima è la tua arma
  • Preparati una tua strategia. Cioè fissa i punti delle cose che vuoi che cambino
  • Inviti poi la persona a parlare con te. È importante che siate soli. Scegli il tuo ufficio.
  • Gioca in casa, mettiti in condizioni di sentirti sereno e sicuro di te stesso.
  • Usa la manipolazione e l’assertività. Quando si vuol far fare una cosa, fai vedere all’altro il suo vantaggio. Empatizza con lui e poi volta la frase a tuo vantaggio.Esempio: “Come dici sempre tu dobbiamo ottimizzare le risorse, così ho pensato di cambiare l’organizzazione in questo modo …” E definisci le regole in modo chiaro

 Persone invidiose come riconoscercele

L’invidia è una brutta bestia! Si vero perché rovina emotivamente, distrugge i rapporti sani di relazione. Crea problemi sul lavoro, è causa di conflitti su lavoro,  toglie la motivazione al
lavoro
, distrugge la serenità anche nel rapporto di coppia e può essere causa di problemi
di coppia
.

Le persone invidiose si riconoscono perché fanno due cose molto marcate:

  1. Eccessivi complimenti, palesemente falsi
  2. Parlano male di tutti con tutti
  3. Sono volta faccia
  4. Colgono ogni occasione per sfruttarti

Quindi riconoscere le persone invidiose ti aiuta a capire come comportarsi con le persone aggressive.

Se parliamo di invidia sul lavoro la vediamo in diversi modi:

  • Il collega che non ti aiuta
  • Il tuo socio che cerca di schiacciarti, perché in
    realtà vede le tue capacità superiori
  • Il collega che fa l’amico mentre ti soffia le
    tue occasioni
  • L’invidioso crea zizzania tra le parti. Mette tutti
    contro tutti. Il seminare discordia gli permette di confondere talmente tanto
    la situazione, che, nessuno è più in grado di fidarsi di qualcuno

Persona aggressiva cause

Le cause delle persone aggressive? È una: mancanza di autostima.
Con bassa autostima facciamo fatica a prenderci cura di noi stessi. La bassa autostima ostacola
anche la capacità di socializzare di fare nuove amicizie.

La persona aggressiva deve mascherare agli altri questa sua profonda insicurezza. L’aggressivo è una persona che sa di no valere molto, di non essere capace a fare le cose. Sul lavoro lo vediamo spesso: da capi, dal collega, collaboratore o socio che urlano e si lamentano ma non risolvono il problema.

Hanno anche a falsa credenza di penare che gli altri non notano questa loro “incompetenza professionale” sono talmente presi dalla loro rabbia e dalla loro fatica di nascondere agli altri le loro debolezze, che non sanno cogliere i segnali degli altri che mostrerebbero a loro che sono stati smascherati.

Come comportarsi con le persone aggressive e arroganti e non perdere la fiducia

Come comportarsi con le persone aggressive e arroganti per riprendere la loro fiducia?
Difficile riuscire a fidarsi di loro. La fiducia è un valore fondamentale nei rapporti interpersonali, si fatica moltissimo a conquistarla e ci vuol meno di un secondo a perderla. La mancanza di fiducia è l’ingrediente che determina le difficoltà relazionali.

Come sanno bene i venditori: “E’ più facile conquistare un uovo cliente piuttosto che recuperare la fiducia persa del cliente”.

Il motivo per cui è difficile tornare a fidarsi delle persone aggressive e arroganti è che, ameno che non abbiano iniziato a capire che devono cambiare, esse non vedono l’effetto, che il loro comportamento negativo ha sugli altri, non gli interessa, troppo doloroso rendersi conto.

La consapevolezza è un processo doloroso, per le persone aggressive e arroganti, significherebbe ammettere, che la causa dei loro problemi risiede in loro stessi. Per questo motivo non vogliono sentire la verità.

Come fanno a sfuggirla?

Perché scappano davanti a potenziali confronti. Se ci fai caso loro attaccano ma poi subito scappano. Dicono frasi come: ”Poi ne parliamo”, ma in realtà non lo fanno mai.

Come comportarsi con le persone aggressive e arroganti: Problem Solving

Allena la tua comunicazione efficace 

  1. Esercita la tua assertività
  2. Non dimenticare mai la tua autostima
  3. Focalizzati sul tuo obiettivo
  4. Tieni viva la tua motivazione
  5. Tempra le tue abilità interpersonali

Psicologo Aziendale

Migliora la comunicazione nell’ambito lavorativo.
Rimuovi i conflitti interni.  Aumenta la produttività della tua impresa. Azione sul cambiamento. Benessere organizzativo.

Entra nella sezione e scopri cosa posso fare per te.

Come posso esserti d’Aiuto?

Scegli la soluzione migliore per te.
Telefono, Chat, eMail, Video-chiamata

Ora è il momento per Te di agire!

Chiamami tranquillamente (anche su WhatsApp o Skype)! Possiamo parlare assieme e capire, con calma e serenità, come posso esserti d’aiuto.

Se ti piace scrivere, scrivimi pure qui sotto. I tuoi racconti ed i tuoi dati sono tutelati dal segreto professionale. Solamente io leggerò i tuoi messaggi, le tue richieste, i tuoi dubbi.

Dai! prendi il coraggio a piene mani e scrivi.  Io aspetterò di leggere le tue parole!
 

Privacy e Trattamento dei dati. I tuoi dati sono trattati nel rispetto della legge GDPR in merito al consenso ed al trattamento dei dati sensibili. Leggi il testo qui.

1 + 7 = ?

Le iniziative dello Studio Psicologia & Comunicazione

Corsi Individuali e di gruppo