Crisi di coppia: la scelta del partner?

Come superare la  crisi di coppia, cosa ci spinge a cercare un partner?
Perché la società bandisce lo status di single?
Scegliamo un partner per necessità, per adattarci allo stereotipo sociale o per soddisfare un nostro bisogno primario?

A queste domande si possono dare moltissime risposte che dipendono da: propensioni personali, desideri, bisogni, aspettative. Ma anche emozioni.

Faccio un esempio estremo: chi teme la solitudine, si adatterà ad un qualsiasi partner, anche se è conscio che insieme stanno bene come gelato e bistecca.

Possiamo pensare alla ricerca del partner, come una risposa ad un bisogno fondamentale dell’uomo che si esprime attraverso i suoi sistemi motivazionali, in particolare quello dell’attaccamento e accudimento, e quello sessuale. Bisogni che, in una prospettiva biologico-evoluzionistica, si collocano all’interno di una serie di meccanismi volti al mantenimento della specie e alla creazione delle condizioni che garantiscono la sicurezza dei suoi membri durante lo sviluppo.

Crisi di coppia: riuscita o fallimento di un rapporto di coppia

Dalla coppia alla crisi di coppia. La riuscita o il fallimento di un matrimonio dipendono dal funzionamento o meno di regole di collaborazione che devono essere espresse da ogni coppia in considerazione delle inevitabili differenze e somiglianze tra i partner.

In una relazione di coppia i due individui devono poter collaborare in molti compiti: dalla gestione della casa (fare la spesa, le pulizie), i bambini, il lavoro, la vita sociale (comune e separata: amici di lui, di lei, amici comuni), hobby e sports …. ma anche condividere momenti insieme, comunicare, avere una vita sessuale.

Questa collaborazione quando c’ è rispetto reciproco dei bisogni e aspettative. Quando c’è empatia, ovvero, comprensione degli stati d’animo dell’altro.

Quindi tutto questo è ciò che fa la differenza tra un rapporto di coppia felice e uno non felice.

Nascita della crisi di coppia

Quando è perché la coppia va in crisi?

La costruzione dei ruoli e delle regole di relazione è un processo circolare di influenza reciproca nel tempo. Nessuna coppia inizia un rapporto a partire da zero. Ciascun individuo ha un sistema di credenze e aspettative nei confronti del rapporto di coppia (che sia matrimonio o convivenza) che si è strutturato a partire dalle esperienze nella famiglia di origine e da altre esperienze matrimoniali o coppia, che dipendono dalla cultura e società di appartenenza.

Se penso alla mia cara nonna, quando eravamo tutti a casa sua a mangiare, seduti al tavolo da pranzo, se mancava qualcosa dovevamo essere noi “donne” ad alzarci a prendere ciò che mancava. E quando mio marito si era alzato per aiutare a sparecchiare è stato subito ripreso dalla mia cara nonna: “Che fai! Questo è un lavoro da donna, siediti!” .

Ovviamente io ridevo un sacco! Anche perché le dicevamo che in casa tutti facevano tutto, compreso le pulizie, lavatrice o stirare, lei mi guardava inorridita! E la cosa buffa era che mi diceva: “Ma non puoi fare stirare ad un uomo non è capace!”

Insomma, la cultura di appartenenza  contribuisce a creare o a distruggere regole. E queste, se non condivise possono portare a fratture all’interno della coppia. Le rispettive credenze, inevitabilmente condizionano il modo soggettivo di essere marito e moglie o, compagno e compagna.

Il sistema di credenze condiviso

Le coppie sviluppano una costruzione della realtà condivisa: le premesse di base  che gli individui portano nella relazione vengono modellate reciprocamente, rinforzate o modificate nel tempo attraverso la loro esperienza insieme. Tutto ciò include valori, miti, idee e aspettative per il futuro, le speranze e le paure.

Questo sistema di credenze condiviso costituisce la linfa vitale di una relazione: guida l’interazione del momento e la pianificazione del futuro.

A ogni importante transazione ( cambiamento ) , come ad esempio: un trasloco, il cambio lavoro, o perdita del lavoro, la nascita dei figli, scomparsa di un genitore …, il paradigma è sottoposto a trasformazione per andare incontro ai bisogni di riorganizzazione del sistema.

Il sistema di credenze di una coppia ne definisce anche il loro equilibrio.

Se ad esempio per una coppia è importante il dialogo, si apriranno sempre dei canali di comunicazione, e il conflitto non verrà evitato per paura dello scontro, ma sarà cercato proprio perchè è quello che porta alla soluzione. Leggi la coppia e il dialogo. 

Se all’interno del rapporto di coppia c’è fiducia reciproca si possono evitare episodi spiacevoli di gelosia.

Se la coppia sa mantenere l’interesse per la vita sessuale, gli eventuali problemi sessuali nella coppia si possono risolvere. Leggi la coppia e il sesso.

Il successo del rapporto di coppia

Comunicazione e dialogo nella coppia, empatia, rispetto reciproco, collaborazione. Ridere, divertirsi insieme, prendersi in giro. Questo rende un rapporto di coppia felice e sereno.