Relazioni interpersonali difficili: come sopravvivere alla giungla

Le relazioni interpersonali a volte sono davvero difficili!
Finalmente è terminato un lungo percorso formativo che mi serviva per il mio lavoro. È stata un’esperienza emotiva davvero devastante. Non mi sono mai trovata così male con un gruppo di persone. I mesi di questa formazione hanno messo a dura prova la mia pazienza e la mia motivazione a partecipare alle attività formative.

Ciò che mi ha fatto sopravvivere in queste difficili relazioni interpersonali sono state le mie abilità comunicative. La comunicazione efficace può aiutare davvero a non perdere la calma e la faccia!

Ti racconto, caro lettore, cosa mi è successo, ma forse anche tu, ti sei trovato, o ti stai trovando ora, in una situazione relazionale come questa.

La trama: ho frequentato questo corso di formazione molto lungo, sono quegli obblighi formativi, a cui tutti, in un modo o nell’altro, siamo costretti a partecipare. Quindi, già la spinta a partecipare è molto poca!

Il gruppo è molto grande 30 persone. All’interno di questo gruppo, come in ogni classe che si rispetti, si sono formati tanti piccoli sottogruppi, caratterizzati da specifiche relazioni interpersonali, è naturale che sia così, ma in realtà, manca coesione tra tutti. Il clima è pesante, il malcontento generale è alto, tutti noi partecipiamo mal volentieri.

I docenti. Loro sicuramente si sono accorti del clima pesante instaurato, ma non hanno mai fatto nulla per modificarlo. Per mancanza di volontà? Non ne erano capaci?
La realtà ha mostrato il profondo disinteresse verso di noi. Ma era palese anche la loro differenza. Allora perché non sono intervenuti per gestire le difficili relazioni interpersonali?

Il mondo delle relazioni interpersonali

Ma, come è possibile sentirsi un pesce fuor d’acqua nonostante un numero così alto di persone?
Tutto è dipeso, da diversi fattori, che coinvolgono docenti e partecipanti:

Da parte dei docenti è mancata la capacità di:

  • da subito i docenti non hanno saputo creare un clima accogliente;
  • controllare e dirigere tutti gli interventi fuori temi
  • non hanno bloccato gli atteggiamenti aggressivi e comportamenti di disturbo;
  • il tutto aggravato dalla non disponibilità verso i nostri confronti.

Nel gruppo è mancata la volontà a:

  • aprirsi
  • confrontarsi
  • creare effettivamente un gruppo affiatato

Amici o conoscenti sul lavoro? Qual’è il confine?

Tutti abbiamo provato quanto sia ancora più difficile impegnarsi in un’attività che non pace, ma che si è obbligati a fare, e se in più, ci si mettono in mezzo persone molto antipatiche, be allora è un disastro.
Certo, al lavoro non dobbiamo essere amici, ma nemmeno acerrimi nemici eppure, è ciò che accade in molti contesti lavorativi, dove conflitti, stress sul lavoro, mobbing o burn-out sono realtà.

I conflitti interpersonali nascono laddove mancano:

  • condivisione di obiettivi comuni
  • leader efficaci in grado di gestire le emozioni e le azioni

Da dove nascono le difficoltà relazionali?

Dipendono da: caratteristiche personali, obiettivi, aspettative e valori.
Ognuno di noi ha un suo modo di agire e reagire alle diverse situazioni, non sempre azzecchiamo il modo giusto, anche questo è naturale, perché dobbiamo fare i conti con le nostre emozioni.

Anche a me è successo di perdere le staffe con persone che mi hanno fatto saltare i nervi.

Il punto sta nel chiedersi perché ci fanno saltare i nervi: sono andati contro i nostri valori? Ci siamo sentiti sfruttati? Deprezzati? Imbrogliati? Sicuramente, quando perdiamo le staffe qualche corda sensibile è stata toccata.

Come risolvere i tuoi problemi nelle relazioni interpersonali?

La risposta al perché reagiamo in un dato modo, in quella specifica situazione è data dal fatto che abbiamo diversi atteggiamenti per le nostre relazioni interpersonali.

Così, per risolvere i tuoi problemi relazionali devi cambiare punto di vista: cerca di capire l’obiettivo del tuo interlocutore, focalizzati sui SUOI atteggiamenti, e rispondi di conseguenza.

Ti faccio un esempio pratico di come gestire le relazioni interpersonali difficile, usando il racconto della mia esperienza, che ti ho descritto all’inizio.

Come gestire le relazioni interpersonali difficili: cosa ho fatto io per sopravvivere!

Mi sono focalizzata sulle persone che mettevano in atto l’atteggiamento aggressivo.

La debolezza delle persone aggressive e presuntuose risiede nella loro mancanza di autostima. Queste persone sono affamate di riconoscenti, soprattutto del loro ruolo. Perché loro sanno di non sapere, ma devono fare di tutto perché gli altri non lo scoprano.
Ecco perché tendono a schiacciare gli altri con risposte aggressive e penalizzanti. “Come ad esempio: ma dai come non lo sai? Io mi rifiuto di rispondere...”

Ti attaccano a livello personale, deprezzando te come persona, ti confondono con queste critiche distruttive alla tua persona, perché non vogliono avere un sano confronto con te.
Per loro il confronto è uno scontro, lo temono, scappano.  Loro giocano sul fatto che il potere dell’umiliazione nel gruppo ti faccia tacere. Sono persone false, fasulle, ipocrite.

Il fatto di riconoscerle ti permette di non farti colpire dalle loro critiche distruttive. Se tu sposti l’attenzione da ciò che loro dicono, non attivi emozioni negative, come la rabbia, che ti fa perdere lucidità, invece, per saperle gestire, devi mantenerti lucido.

Ecco come puoi portarti questa persona dalla tua parte, trasformando a tuo vantaggio, le relazioni interpersonali:

  • riconosci il suo ruolo,
  • chiedi il suo parere,
  • riconosci la sua conoscenza sull’argomento,
  • e chiedi il suo aiuto,
  • ringrazia perché senza il suo aiuto tu non saresti mai arrivato alla soluzione.

E’ un gioco di contro-manipolazione. Ricordati non deve diventare tuo amico, ma l’astuzia comunicativa ti permette di non perdere le staffe. c’è un detto: se il nemico non lo combatti ti ci allei! Ma poi vai per la tua strada.

Fine prima parte. Questa è la teoria, nella seconda parte ti mostro il dialogo avvenuto tra noi.

Continua la lettura e scopri il continuato della storia  Come farsi Amico un Nemico

Queste sezioni possono aiutarti

Entra nella sezione dedicata alla COMUNICAZIONE  e alle RELAZIONI puoi trovare articoli utili per te.

Tutto quello che devi sapere per VINCERE L’ANSIA.

Come posso esserti d’Aiuto?

Scegli la soluzione migliore per te.
Telefono, Chat, eMail, Video-chiamata

Ora è il momento per Te di agire!

Chiamami tranquillamente (anche su WhatsApp o Skype)! Possiamo parlare assieme e capire, con calma e serenità, come posso esserti d’aiuto.

Se ti piace scrivere, scrivimi pure qui sotto. I tuoi racconti ed i tuoi dati sono tutelati dal segreto professionale. Solamente io leggerò i tuoi messaggi, le tue richieste, i tuoi dubbi.

Dai! prendi il coraggio a piene mani e scrivi.  Io aspetterò di leggere le tue parole!
 

Privacy e Trattamento dei dati. I tuoi dati sono trattati nel rispetto della legge GDPR in merito al consenso ed al trattamento dei dati sensibili. Leggi il testo qui.

0 + 7 = ?

Le iniziative dello Studio Psicologia & Comunicazione

Corsi Individuali e di gruppo

Le Mie Guide Per Te

Non sai da dove cominciare? Scegli uno di questi eBook tematici. Sono Gratis!

la potenza dell'autostima

La Potenza dell’Autostima

Inizia oggi a migliorare te stesso per migliorare poi la tua vita.

cover-guidaseduzione

Il Linguaggio della Seduzione

Scopri come affinare le tue abilità nel gioco di coppia e la sua psicologia.

relazione interpersonali

Relazioni Interpersonali

Usa il potere della persuasione nelle relazioni personali e lavorative.