Demenza di Alzheimer

Un grande problema sociale

La Demenza di Alzheimer

è una realtà drammatica, e purtroppo molto frequenza, ecco alcuni dati:

  • 10 mila persone nella provincia di Parma che nel 2020 saranno 20 mila.
  • E questo solo nel nostro territorio.
  • La demenza di Alzheimer è una malattia terribile: il cui decorso è lento ma progressivamente invalidante

Può darsi che anche tu conosca una persona che ne soffre, forse hai dovuto curarlo personalmente. Ti sarai trovato di fronte al fatto che, la malattia isola, non solo il malato, ma soprattutto la famiglia, che sola, deve gestire tutte le difficoltà della persona cara, colpita dalla demenza di Alzheimer.

Cosa significa per la persona vivere con la Demenza di Alzheimer

La Demenza di Alzheimer non ha medicine in grado di sconfiggerla. Dal suo inizio alla sua fine possono passare anche 10 anni. Lunghissimi anni nei quali vedi la tua persona cara spegnersi lentamente, inesorabilmente e dolorosamente.

Cosa colpisce questa malattia?

I neuroni (le cellule del cervello). Che portano a perdere, in modo progressivo le funzioni fondamentali: linguaggio, memoria, attenzione, la capacità di orientarsi nello spazio. Si perde l’autonomia personale, si diventa dipendenti da tutti per tutto.

In pratica cosa succede alla persona colpita dalla Demenza di Alzheimer

Mettiti nei panni del Signor M.R. che nella sua vita è stato molto attivo, un lavoro soddisfacente, una ricca vita sociale piena di amici, di interessi, di attività. Una famiglia intorno a sé che contava su di lui, sul suo aiuto e sulla sua efficienza. Sempre disponibile perché risolveva i problemi di tutti, sempre pronto a scattare per ogni necessità.

Il Signor M.R. inizia a perdere colpi: comincia a fare una cosa ma poi se ne dimentica. Girando per casa si confonde, dov’è il bagno? È ora di pranzo o di cena? Non ricorda più i nomi, le facce, prima così amiche, iniziano a diventare sconosciute. Il suo corpo prima così attivo ora è lento, impacciato, non gli risponde più.

Cosa mi sta accadendo? Si chiede terrorizzato.
Il suo cervello non comanda più il suo corpo. La sua famiglia inizia a portalo a lunghe e stancante visite, ma non capisce il perché, non vuole andarci, si ribella. Diventa anche aggressivo, il suo comportamento cambia e la sua famiglia si arrabbia con lui, perché non capisce. Non sa gestirlo. Ma intanto lui, il Signor M.R. si chiude così in sé stesso. In silenzio. Uscire è troppo traumatico.

Non c’è più sole nella sua vita. C’è solo tanta tristezza e solitudine. La depressione diventa una compagna di vita che imprigiona ancora di più. Forse sta diventando un peso per i suoi cari? Lui si sente di esserlo. Ma non capisce.

Cosa aiuta la persona con Demenza di Alzheimer?

La socializzazione, stare insieme agli altri, mantenersi attiva, tenendosi in movimento. Potenziare al massimo tutte le capacità che sono ancora in forma.

Ci sono tanti modi per aiutare a trovare nuovi stimoli per mantenere vive e accese le funzioni del cervello.

Ci sono tanti utili libri che possono aiutare la famiglia ad aiutare il proprio caro.

Come posso esserti d’Aiuto?

Scegli la soluzione migliore per te.
Telefono, Chat, eMail, Video-chiamata

Se hai bisogno di aiuto o di informazioni
scrivimi sarò lieta di poterti dare le informazioni che ti servono.

 

Privacy e Trattamento dei dati. I tuoi dati sono trattati nel rispetto della legge GDPR in merito al consenso ed al trattamento dei dati sensibili. Leggi il testo qui.

0 + 3 = ?