Come combattere lo stress lavoro correlato?
Quale perdita all’azienda?
Quale danno alle Risorse Umane

Come combattere lo stress lavoro correlato

Per combattere lo stress lavoro correlato prima dobbiamo capire come funziona lo stress. Lo stress è un animaletto molto furbo. Va a colpire le parti più sensibili di noi. Inoltre, la valutazione di un evento stressante è soggettiva: situazioni che per qualcuno danno la carica, per altri sono fonte di preoccupazione e di super fatica. Si parla in questo caso di resilienza (cioè la capacità di resistere allo stress)

Lo stress lavoro correlato è quella forma di stress che si verifica al lavoro. Ne possono essere la causa fattori oggettivi, come: contesto del lavoro (ambiente, colleghi, capi, turni, orari …) e contenuto del lavoro (compiti lavorativi, macchinari utilizzati …).

Non dimentichiamo che siamo esseri umani, per fortuna, oltre al lavoro, abbiamo anche una vita privata, ma, che non sempre è ottimale. A volte succede che i malesseri personali vengano riportati sul lavoro, pertanto la persona soffre sul lavoro, ma la causa è esterna al contesto lavorativo.
Problemi di coppia, Problemi di ansia, Problemi di depressione, difficoltà famigliari o economiche,  essere diventati genitori, giusto per citarne alcuni.

Il primo passo per combattere lo stress lavoro correlato è individuare, attraverso un efficace valutazione, tutti i fattori che danno origine allo stress lavoro correlato.

Una volta identificati i fattori responsabili dello stress lavoro correlato, mettere in atto azioni di prevenzione e di protezione per tenerlo sotto controllo, aiutando così tutte le Risorse Umane a gestire le situazioni stressanti.

Ma, e questo le aziende lo sanno bene, la valutazione dello stress lavoro correlato non è semplice, proprio perché oltre alle condizioni oggettive del lavoro, c’è anche il personale e soggettivo modo di reagire alle diverse situazioni, e questo significato soggettivo può aumentare o diminuire lo stress vissuto dalla persona.

Qual è la differenza tra stress e stress lavoro correlato?

Come funziona lo stress: lo stress è una condizione naturale del nostro organismo, è collegato al sistema nervoso autonomo.

Ci sono due concetti di stress: EU-STRESS e DI-STRESS dipende dalla nostra personale valutazione e dalle risorse interne ed esterne a noi che riusciamo ad attivare.

Nell’ambito del lavoro si verifica uno squilibrio quando la persona non si sente in grado di corrispondere alle richieste lavorative.

Tuttavia, non tutte le manifestazioni di stress sul lavoro possono essere considerate come stress lavoro correlato.

Lo stress lavoro correlato è quello causato da vari fattori, che sono propri del contesto e del contenuto del lavoro.

Quindi, per combattere lo stress lavoro correlato è necessario capire, come le persone interpretano e agiscono nelle varie situazioni, che possono essere percepite come fonti di stress.

Principali effetti dello stress nel lavoro

Abbiamo detto che le fonti di stress possono risiedere all’interno dell’organizzazione lavorativa, del contesto, della struttura aziendale. Come ad esempio l’azienda è strutturata per lo sviluppo di carriera, il sistema premiante, la formazione, il supporto che dà o non dà alle Risorse Umane.
tutte queste variabili le chiamiamo fonti di stress intrinseche al lavoro.
Che, se mal gestite, possono provocare ansia e altri stati emozionali di tipo negativo.

Vediamo quali:

Disturbi psicosomatici: sono questi disturbi che non hanno una causa organica, ma che comportano danni a livello organico e che sono causati o aggravate da fattori emozionali. I sintomi sono una risposta dell’organismo allo stress percepito.

Disturbi psicologici e comportamentali; Disturbi psicosociali, questo significa che ci sono reazioni emotive, cognitive, comportamentali e fisiologiche.

Reazioni emotive (irritabilità, ansia, disturbi del sonno   depressione, ipocondria, alienazione, depressione, ipocondria, alienazione, spossatezza, problemi relazionali con la famiglia)

Reazioni cognitive (difficoltà di concentrazione, perdita della memoria, scarsa propensione all’apprendimento di cose nuove, ridotta capacità decisionale)

Reazioni comportamentali (abuso di sostanze stupefacenti; alcol o tabacco, comportamento distruttivo)

Reazioni fisiologiche (problema alla schiena, indebolimento del sistema immunitario, disturbi cardiaci, ipertensione)

Chi colpisce lo stress lavoro correlato?

Lo stress sul lavoro può colpire: chiunque a qualsiasi livello. Qualsiasi settore. Aziende di ogni dimensione.
Lo stress influisce:
• sulla salute e la sicurezza delle singole persone
• sulla salute delle imprese
• sulla salute delle economie nazionali

Perché è importante valutare lo stress lavoro correlato?

Gli indicatori dello stress in azienda sono:
• Alto tasso di assenteismo
• Frequente avvicendamento o turn over del personale
• Elevata rotazione di turni e cambi mansione
• Problemi disciplinari
• Conflitti interpersonali (comprese molestie di natura psicologica)
• Lamentele frequenti da parte dei lavoratori
• Conflitti interpersonali sul lavoro
• Riduzione della produttività
• Errori ed infortuni
• Aumento di costi d’indennizzo o di spese mediche

Se nella tua azienda sono presenti uno o più di questi indicatori allora hai bisogno di aiuto per combattere lo stress lavoro correlato.

L’aiuto dello psicologo per combattere lo stress lavoro correlato 

Quale vantaggio per l’azienda avere lo psicologo qualificato per effettuare la valutazione dello stress lavoro correlato?

L’Albo degli Psicologi dell’Emilia Romagna ha pubblicato il documento che ne spiega, a livello scientifico e normativo, conformemente al Dlgs 81/08 Sicurezza e Salute del Lavoro, quale differenza può fare la presenza dello psicologo, non solo per la valutazione del rischio psicosociale, ma anche nell’individuare e mettere in atto strategie per diminuire tale rischio.
Purtroppo, l’azienda ne diventa consapevole quando deve fare i conti con assenteismo e assenze dovute a lunghe malattie.
Perché invece di pagarne le conseguenze dopo, non lavorare sulle azioni di prevenzione?
Perché prevenire si può.
Con grande beneficio del benessere delle Risorse Umane, che sono il valore dell’azienda, e salute dell’azienda stessa.
Vi invito a dare una letta al documento pubblicato dall’Ordine degli Psicologia dell’Emilia Romagna “BUONE PRATICHE DI INTERVENTO SULLO STRESS LAVORO-CORRELATO”

Vuoi davvero combattere lo stress lavoro correlato?

Ciò che vedo nelle diverse realtà lavorative è che la prima causa scatenate dello stress lavoro correlato sono i rapporti tra le persone. Litigi, ripicche, lotte di potere, demotivazione, capi che non sanno fare i capi, mancanza di collaborazione, di aiuto, di sostegno e supporto.

Il ruolo dei conflitti interpersonali nel mantenere e alimentare lo stress sul lavoro

I conflitti interpersonali sul lavoro possono essere sia la causa che la conseguenza dello stress sul lavoro. Le “cattive relazioni professionali” vissute in azienda tra i colleghi stessi, e spesso anche tra collaboratori e i datori di lavoro possono trasformare l’ambiente di lavoro in un campo di battaglia, a discapito della produttività.

I PASSI PER COMBATTERE LO STRESS LAVORO CORRELATO

  • Agire sulla comunicazione per migliorare le relazioni interpersonali
  • Far emergere i conflitti fra le persone
  • Affrontare i conflitti
  • Creare ordine all’interno dell’organizzazione, far sì che l’organigramma sia non solo uno splendido diagramma su carta, ma uno strumento pratico, efficace e operativo nella realtà.

Individuare ruoli, compiti e mansioni, specificare i compiti di ciascuno, rompere subito le cattive abitudini sono i primi e importanti passi da fare per combattere lo stress lavoro correlato, e questo porta beneficio a tutta l’organizzazione. Perché migliorando il clima lavorativo le persone sono più contente, e dunque più motivate.

Non ci vuole certo un genio per capire che andare a lavorare con il sorriso rende tutto meno pensante, si è più concentrati, e la produttività aumenta. Eppure, quanti datori di lavoro, manager sono i responsabili del mantenimento di questo clima negativo!

Ma anche lavoratori remano controcorrente al datore di lavoro, e per loro interesse generano e alimentano i conflitti, disorganizzazione, ritardi di consegne, errori, e molto altro. Ho visto di tutto.

Una volta in un’azienda ho scoperto una persona che faceva il doppio gioco e imbrogliava i proprietari, mi sono sentita un vero James Bond! Che avventura è stata quella!

CHE AIUTO PUO’ DARTI LO PSICOLOGO AZIENDALE?

Valutazione stress lavoro correlato come obbligo di legge

Stress Lavoro Correlato un termine diventato familiare alle aziende quando il D.lgs 81/2008 la legge sulla salute e sicurezza sul lavoro ha obbligato al datore di lavoro di effettuare la Valutazione del Rischio dovuto dallo Stress che nasce sul lavoro. Il Dipartimento di Medicina del Lavoro ha pubblicato questo articolo D.Lgs. 81/2008: conferme e novità in tema di stress correlato al lavoro .

Lo stress lavoro correlato viene descritto all’articolo 3 dell’Accordo Europeo dell’8 ottobre 2004 così come recepito dall’Accordo Interconfederale del 9 giugno 2008 – quale condizione che può essere accompagnata da disturbi o disfunzioni di natura fisica, psicologica o sociale e conseguenza del fatto che taluni individui non si sentono in grado di corrispondere alle richieste o aspettative riposte in loro (art. 3, co. 1).

Lo stress può mettere in pericolo la sicurezza sul luogo di lavoro e contribuire all’insorgere di altri problemi di salute legati all’attività lavorativa (ad esempio: quali i disturbi muscolo-scheletrici).
Lo stress incide in misura massiccia sul risultato economico di un’organizzazione.

Come avviene la Valutazione del rischio stress-lavoro correlato?

Fase 1: Valutazione indicatori oggettivi di stress al lavoro (compilazione della check-list). E’ una valutazione preliminare che consiste nel rilevare gli EVENTI SENTINELLA (es. indici infortunistici, assenze per malattia, trnover ..);
I fattori relativi al contenuto del lavoro (es. ambiente, carichi e ritmi di lavoro ..);
I fattori relativi al contesto del lavoro (es. ruolo, autonomia decisionale, controllo…).

Fase 2: Identificazione della condizione di rischio e pianificazione delle azioni di miglioramento.

Fase 3: Percezione dello stress al lavoro dei lavoratori, attraverso compilazione di questionari.

In genere io questo tipo di valutazione soggettiva l’articolo in due momenti:
colloquio individuale e somministrazione di questionari che hanno l’obiettivo di identificare i reali ed oggettivi fattori di stress vissuti dalla persona come tali.

Alla conclusione della fase preliminare si possono presentare due diverse situazioni:

a) NON EMERGONO ELEMENTI RISCHIO tali da richiedere il ricorso ad azioni correttive, il datore di lavoro sarà unicamente tenuto a darne conto nel Documento di Valutazione del Rischio (DVR) e a prevedere un piano di monitoraggio con la verifica nel tempo, la VALUTAZIONE TERMINA.

b) EMERGONO ELEMENTI DI RISCHIO da stress lavoro-correlato si procede alla pianificazione ed alla adozione degli opportuni interventi correttivi e alla successiva rivalutazione per verificare l’efficacia.

Alla verifica di efficacia delle azioni correttive si possono presentare due diverse situazioni:

a) Gli interventi correttivi si rivelano efficaci LA VALUTAZIONE TERMINA
b) Gli interventi si rivelano inefficaci, si procede con la VALUTAZIONE APPROFONDITA

ATTENZIONE PERO’: NON FACCIANO CONFUSIONE!

Questo specchietto è solo una linea guida, un punto di partenza non di arrivo. Perché la tipologia qui riportata è uno specchietto creato dall‘ISPESL che deve essere integrata con valutazioni più precise che sono identificato dalla figura dello psicologo professionale.
La valutazione dei rischi, come cita il Dlgs 81/08 è un processo, sempre in divenire, la prima valutazione dei rischi rappresenta il punto di partenza, non di arrivo.
Io lo so, sono un RSPP certificato per tutti i settori ATECO, e di valutazione dei rischi psico-sociali ne ho fatto molte nella mia carriera professionale e per diversi contesti lavorativi di ogni settore produttivo.


La Pet Therapy in azienda
Il modo creativo per risolvere conflitti, creare team, stimolare la creatività.

Posso proporti attività in base alle esigenze specifiche della tua organizzazione.
Le attività le possiamo svolgere presso la tua azienda, oppure in outdoor , vieni a visitare l’Agriturismo Fattoria Frasco Outdoor training-Patrizia Marzola


AZIONI PER COMBATTERE LO STRESS LAVORO CORRELATO

Dopo essere intervenuti sull’azienda come ho decritto prima, ecco cosa può fare chi è soggetto a stress:

  • Agire sullo stile di vita;
  • Movimento all’aria aperta;
  • Se si è abituati a fare pausa pranzo al chiuso, abituarsi ad uscire dal luogo di lavoro;
  • Non fare pausa pranzo davanti al pc. Anche se non si sta lavorando non si permette al cervello di staccare e di riposare;
  • Fare, se è possibile, qualche attività divertente, che permetta alla testa di non pensare;
  • Il divertimento è un ottimo balsamo, perchè produciamo endorfine, sostanze naturalmente prodotto dal cervello, con funzione analgesica ed eccitante e sono coinvolte in molti processi del nostro organismo;
  • Imparare a rilassarsi. Il rilassamento muscolare può essere una sana abitudine che permette di alla mente di staccarsi completamente dalle tensioni portando benessere.

3 ESEMPI DI CASI AZIENDALI

CASO 1: Call center efficace. Il call center importante strumento di vendita: trasformare richieste e reclami in vendita.
CASO 2: Perdere clienti. Come perdere clienti a causa di forti conflitti interpersonali. Il caso.
CASO 3: Azienda e conflitti tra dipendenti. Quando l’ambiente di lavoro si trasforma in un campo di battaglia.

CORSO DI COMUNICAZIONE EFFICACE
Corso di comunicazione efficace
“Non solo comunicare per esprimere forza, carisma e personalità”
L’abilità nelle interazioni sociali per non perdere occasioni importanti. Impara le abilità per sapere gestire il tuo comportamento comunicativo in ogni situazione sociale e di fronte a qualunque tipologia di persona.
_____________________________________________________________________
AUTOSTIMA E RELAZIONI INTERPERSONALI
Corso Autostima
Corso di Autostima e Motivazione pronti a cambiare vita,
ritrova la Tua direzione
I problemi di comunicazione e quindi di relazione possono dipendere da una bassa autostima. La bella notizia è che puoi potenziarla, puoi diventare più sicuro di te stesso nei tuoi contesti sociali. Puoi smettere di subire passivamente tutte quelle persone che ti fanno sentire a disagio.
Inizia subito a ricostruire i pezzi della tua autostima, vedrai come cambieranno rapidamente le cose
______________________________________________________________________
EFFICACE RIMEDIO ANTISTRESS
Corso Rilassamento muscolare progressivo
EFFICACE RIMEDIO ANTISTRESS
Corso di Rilassamento Muscolare Progressivo 
Impara ad abbattere le tensioni dovute allo stress e all’ansia. Una semplice tecnica che ti permette di rilassarti dove e quando vuoi, senza l’aiuto di nessuno.

INCONTRI DI GRUPPO

Gelosia ossessiva e dipendenza affettiva in gruppo per vincerle
gelosia ossessiva e dipendenza affettiva
Incontri di gruppo per vincere ed uscire dalla trappola della dipendenza affettiva e della gelosia ossessiva. Per riprendere in mano la propria vita.
______________________________________________________________________
Gruppo di sostegno per le coppie in crisi
Gruppo di sostegno per le coppie in crisi
Liti, scontri, conflitti possono rendere davvero difficile il rapporto di coppia. Questi incontri hanno l’obiettivo di riaprire un dialogo e permettere alla coppia di decidere la direzione da prendere.
______________________________________________________________________
Gruppo mutuo aiuto per affrontare il lutto
gruppo-mutuo-aiuto-per-affrontare-il-lutto
Permettiamo alla vita di coinvolgerci di nuovo, superare il lutto non è dimenticare la persona cara ma è accettarne la perdita, dando un nuovo senso alla nuova vita a cui dobbiamo adattarci, è la forza della trasformazione dal dovere affrontare a volere affrontare.
______________________________________________________________________
Incontri di gruppo per superare la depressione
Incontri di gruppo per superare la depressione
La forza del gruppo per uscire dalla depressione. Lo stare insieme agli altri per ritrovare l’equilibrio, per prendere coraggio, per ritrovare le risorse personali che la vita ha schiacciato.
_____________________________________________________________________
Incontri per vincere ansia e attacchi di panico
Incontri per vincere ansia e attacchi di panico
Quando l’ansia ti opprime, ostacola la tua vita e t’impedisce di cogliere le tue occasioni. Ti confina nella falsa sicurezza delle pareti di casa tua. Puoi dire basta, grazie alla forza del gruppo.

UN REGALO PER TE: SCARICA LE GUIDE GRATIS

relazioni interpersonali