Terapia di coppia - Patrizia Marzola Psicologa Clinica Fidenza
 

Terapia di coppia

Che vita, la vita di coppia! Dialogo e Azione sono le parole chiave per una sana relazione

Come evitare violenti litigi e forti recriminazioni: l’aiuto della terapia di coppia

Perché lui dice una cosa lei un’altra rispetto al racconto di uno stesso episodio?
Capita spesso nel racconto della storia di vita della coppia, che i due racconti non coincidano. Sembra che i due partner abbiano vissuto lo stesso evento in modo completamente diverso, questo emerge nella loro reciproca narrazione.
Questo processo si chiama INCONGRUENZA.
 
Rogesr nel 1957 diceva:” L’incongruenza è l’incapacità della persona di riconoscere parte della realtà, perché sarebbe in contraddizione con il concetto del sé”.
 
Può accadere ad esempio quando, un membro della coppia manifesta ansia ed insofferenza nel legame, e l’altro membro non lo vuole vedere come tale, ma lo trasforma in una sorta di ansia momentanea, magari legata ad altri condizionamenti del passato.
Vero, il passato ci condizionato, ma non per questo deve essere per forza la causa dell’attuale sofferenza manifesta nel rapporto di coppia.
 
E’ molto importante distinguere tra passato e presente, tra ciò che riguarda desideri ed aspettative che sono o non sono stati soddisfatti.
Quando iniziamo una relazione siamo tutti carichi di aspettative, e rimaniamo in ascolto per vedere dove ci porta. Ma, a volte, succede che  occhi ed orecchie vengano ricoperti da un filtro che trasforma la realtà oggettiva del presente.
 
Questo filtro lo possiamo chiamare ansia e paura. Le frasi più comune che sento sono:”Ho paura di rimanere solo”; “Chissà cosa trovo”, “E’ solo colpa mia, ho sbagliato, sono cambiato/a, lei/lui deve vedere e perdonare, deve capire, deve stare con me”.
 
Il rapporto di coppia si trasforma in un senso del dovere, che viene visto come una trappola, una gabbia che si restringe sempre di più, e quando un membro della coppia ne vuole uscire, l’altro lo osteggia con ostinazione, negando tutto ciò che ha portato alla rottura del legame. 
 
Così si è portati a vedere la terapia di coppia come un’ancora di salvezza che DEVE  a tutti i i costi rimettere a posto le cose, così come devono assolutamente andare, secondo la volontà di uno dei due. Ma a formare una coppia si è in due, manca una pezzo! Cosa vuole l’altro? 
 
E qui entrano in gioco le negazioni, le incongruenze, l’ostinazione tutto a discapito del sano dialogo che, la terapia di coppia cerca di ristabilire. 
 
Non possiamo, nessuno può, far fare una cosa che l’altro non vuole fare, nemmeno la terapia di coppia 
 
La terapia di coppia aiuta la coppia proprio in questo: rompere le incongruenze, e risanare il dialogo concreto, basato sui fatti della realtà presente, ed è questo nuovo punto di vista che permette la reale presa di consapevolezza che aiuterà entrambi i partner a capire cosa fare e quindi prendere una decisione obiettiva: basata sui fatti, senza odio o rancore, evitando così spietate guerre che non portano a nulla, se non altro dolore e profonda sofferenza. 

Dott.Patrizia Marzola
Psicologa Fidenza

Riceve anche ad Albinea (Re) 
 
 
 

Studio Psicologia e Comunicazione di Patrizia Marzola Iscrizione all'Albo degli Psicologi E.R. n° 3524

VicoloZuccheri, 11 - Fidenza (Parma)
Tel e Fax 0524 202361
Mobile  328 1971882
Mailinfo@psicologiaecomunicazione.it