La comunicazione efficace in vacanza - Patrizia Marzola Psicologa Clinica Fidenza
 

La comunicazione efficace in vacanza

Finalmente l’estate, è tempo di relax, di divertimento, di nuove conoscenze. Si inizia a chiedersi “Chissà se conoscerò qualcuno di interessante”, “come farò a superare la mia timidezza?” 

Il primo passo è avere una chiara consapevolezza personale su come si comunica. Questo significa chiedersi: so ascoltare? So aspettare il mio turno prima di prendere la parola? Riesco a non interrompere? Lascio il tempo agli di esprimere la loro opinione? Riesco a non dare giudizi?

Questa consapevolezza ci aiuta ad inserirci nel gruppo con delicatezza, giusto? Senza imporci, senza apparire presuntuosi o aggressivi, vero? Perché soprattutto quando gli altri non ci conoscono le nostre azioni possono essere fraintesi?

Si infatti è così. Spesso è proprio la nostra timidezza che ci rende nervosi, e che ci fa rischiare di essere fraintesi. Ad esempio rischiamo di annoiare perché parliamo troppo, o troppo velocemente, oppure perché trattiamo argomenti noiosi come il lavoro. Nessuno in vacanza ha voglia di impegnarsi in argomenti troppo seri, e soprattutto sotto l’ombrellone!

E come possiamo mettere a frutto la nostra consapevolezza? In pratica che si fa?

Semplice: si ascolta e si osserva. Durante i miei corsi di comunicazione efficace invito sempre ad esercitarsi in queste due importanti azioni. Perché ascoltare ed osservare ti permette di raccogliere e molte informazioni:ad esempio, di cosa parla? Come si esprime? Come usa il suo linguaggio del corpo? E così via
 
E queste informazioni ci possono aiutare a combattere con la nostra timidezza?

Assolutamente si. Perché la timidezza è legata a quanto ci sente a proprio agio nelle diverse situazioni, ovviamente più le consociamo meno ci sentiamo a disagio, viceversa, se non conosciamo le persone, ne l’ambiente ecco che ci sentiamo più a disagio.
Inoltre la timidezza è legata anche alle nostre aspettative, desideri, più sono alte, più scateniamo il giudice che è in noi stessi, di solito severo, che ci fa vacillare, con fresi del tipo “Ma ci riuscirò?, sarò abbastanza interessante? E così via.

Contatta la psicologa

Patrizia Marzola

Studio a Fidenza (Parma) in Via Zani, 46

Tel 0524 202361
Mobile 328 1971882
Mail consulenza@psicologiaecomunicazione.it

Studio Psicologia e Comunicazione di Patrizia Marzola Iscrizione all'Albo degli Psicologi E.R. n° 3524

ViaAbate Pietro Zani , 46 - Fidenza (Parma)
Tel e Fax
0524 202361
Mobile 328 1971882
Mailinfo@psicologiaecomunicazione.it