Combatti il mal di mare - Patrizia Marzola Psicologa Clinica Fidenza
 

Combatti il mal di mare

Se sei stanco di rinunciare alle gite in barca per colpa del mal di mare questo articolo fa per te.

Qualche consiglio pratico sul mal di mare:

  • Le cause del mal di mare
  • Sintomi del mal di mare
  • Quali rimedi al mal di mare
  • Senso dell’equilibrio  e mal di mare 
  • Cosa provoca il mal di mare?
  • La paura del mal di mare
  • Pratici consigli per combattere il mal di mare
 
Le cause del mal di mare
 

Chiunque può soffrire il mal di mare, infatti ogni navigatore ha dovuto fare i conti con questo malessere.
Il mal di mare è un malessere fisiologico normale che opera soltanto se gli organi dell’equilibrio funzionano correttamente : persone  a animali che hanno subito l’asportazione chirurgica dell’organo dell’equilibrio non ne soffrono.

C’è del buon senso biologico in questo fenomeno:la selezione naturale ha portato alcune specie, tra cui l’uomo, a stare lontano dal mare perché pericoloso e imprevedibile!

La maggior parte delle persone, se stanno in mare per lungo tempo, si abituano all’incessante stimolo motorio e la loro suscettibilità diminuisce considerevolmente, ma questo processo varia da individuo a individuo, infatti alcuni veterani del mare soffrono ancora quando si trovano in una tempesta.

Gli stessi sintomi del mal di mare si provano in auto, in aereo per questo motivo si parla in generale di “mal di movimento” (chinetosi).
 

Sintomi del mal di mare

  • pallore
  • sudori freddi
  • nausea
  • vomito
  • debolezza


Si può evitare il mal di mare? Quali rimedi?


I farmaci per il mal di mare funzionano se vengono usati nel modo corretto:
assunti tre ore prima di salire  a bordo o tre ore prima che il mare si alzi, ma nella pratica queste avvertenze non vengono seguite, perché di solito i farmaci vengono presi quando i sintomi del mal di mare sono già iniziati, quindi il meccanismo è già innescato.

Ci sono alcuni controindicazioni nell’uso dei farmaci:

  • creano sonnolenza;
  • affaticano la circolazione;
  • altri effetti collaterali
     

Quindi è sempre meglio chiedere consiglio al proprio medico.
 

Ci sono una serie di fattori psicologi che sono responsabili della genesi del mal di mare.

Chi si è dedicato a questi studi ha rilevato che non ci si può attenere ai soli rimedi psicologici per sconfiggere il mal di mare, ma certamente un giusto approccio psicologico al mare è di auto.
 

Senso dell’equilibrio  e mal di mare
 

Il senso dell’equilibrio non è in grado di operare una distinzione tra la forza di gravità e le forze di accelerazione che si sviluppano con il movimento.
Questa è la ragione per cui su una barca, dove siamo continuamente sottoposti ad accelerazioni e decelerazioni in tutele direzioni, la forza lungo la cosiddetta linea verticale apparente, che noi percepiamo come diretta verso il basso, cambia continuamente direzione.

In queste condizioni nasce un conflitto tra la direzione gravitazionale apparente, registrata dagli organi dell’equilibrio, che cambia con i movimenti della barca, e l’orizzonte percepito visivamente, che invece non si muove: è il conflitto tra queste diverse informazioni sensoriali che innesca la sintomatologia automatica del mal di mare.
 

Cosa provoca il mal di mare?
 

Il mal di mare è il risultato dell’interazione tra organi dell’equilibrio, sistema visivo e cervello, e che  lo stimolo che lo innesca è il movimento e altri fattori secondari sono: difficoltà di digestione, fumi e odori e paura del mal di mare.
 

La paura del mal di mare

Quante volte la paura di anticipazione ha rovinato una bella esperienza o una gita?

Questa paura di anticipazione del mal di mare è frutto dell’apprendimento: in termini psicologici si dice che è condizionata da precedenti esperienze negative: stimolo condizionato. Ovvero il solo fatto divedere ad esempio il rollio della barca questo fa scattare un’associazione: rollio = mal di mare!
 

Anche stress e ansia possono determinare la comparsa dei sintomi del mal di mare.
 

Pratiche comportamentale a bordo per ridurre il mal di mare:

  • stare in piedi, sopracoperta, meglio se ci si impegna in qualche attività, ad esempio stare al timone o qualunque altra attività da fare in piedi, come mettere in ordine le manovre e cogliere le cime;
  • imparare un tecnica di rilassamento efficace: ad esempio il rilassamento muscolare progressivo è di grande ed immediato aiuto perché riduce l’ansia

Pratici consigli per combattere il mal di mare


  • Cerca di non pesare al mal di mare, scaccialo dalla mente, obbligati a pensare ad altro
  • Pratica tecniche di rilassamento, ad esempio il Rilassamento Muscolare Progressivo ;
  • Fatti coraggio, fiducia in te stesso;
  •  Evita gli odori e stai lontano dalla cucina;
  • Sottocoperta: stai sdraiato, tieni gli occhi chiusi;
  • Nel quadrato, sopracoperta: tieni gli occhi fissi su un oggetto sospeso ma libero di dondolare;
  • Cerca aria fresca, fai respiri calmi  e profondi;
  • Se possibile evita locali chiusi, stai sul ponte;
  • Riduci l’ampiezza degli stimoli motori stando a centro barca o a poppa, evita le cuccette del triangolo di prua;
  • Evita di stare seduti e di lasciarti dondolare passivamente dal movimento della barca;
  • Stai in piedi, cerca di mantenere l’equilibrio con movimenti bilanciati;
  • Cerca di muovere la testa il meno possibile;
  • Guarda le onde e cerca di anticipare il movimento;
  • Partecipa alla routine di bordo; 
  • Stai al timone
  • Cerca comunque di finire quello hai iniziato a  fare e non lasciare a metà il lavoro;
  • Cerca di vivere attivamente un attacco di mal di mare, per accelerare il processo di adattamento.

Per approfondire questi argomenti “Psicologia a bordo” di Michael Stadler

 

Attività per l'estate


Contatta lo Studio Psicologia e Comunicazione per avere maggiori informazioni ed organizazare l'inizativa su mura per te.

Studio Psicologia e Comunicazione di Patrizia Marzola Iscrizione all'Albo degli Psicologi E.R. n° 3524

ViaAbate Pietro Zani , 46 - Fidenza (Parma)
Tel e Fax
0524 202361
Mobile 328 1971882
Mailinfo@psicologiaecomunicazione.it